KCS - Fondazione Sacra Famiglia, 27 esuberi

Indetto lo stato di agitazione dei lavoratori della Cooperativa KCS Caregiver e dell' Istituto Sacra Famiglia - RSA Borsieri di Lecco


Oggetto: indizione stato di agitazione e richiesta del tentativo di conciliazione

       • Premesso che la Direzione di Fondazione Sacra Famiglia, ente gestore della Fondazione Borsieri di Lecco, aveva comunicato alle Organizzazioni Sindacali di categoria e alla RSA la decisione di internalizzare il servizio assistenziale, attualmente in appalto alla cooperativa sociale KCS Caregiver;

       • Considerato che l'appalto, già scaduto, è stato prorogato fino al 30/06/2017;

le Organizzazioni Sindacali di categoria hanno immediatamente chiesto l'apertura del tavolo di confronto sindacale al fine di garantire gli attuali livelli occupazionali.
L'attuale appalto prevede la presenza di 27 lavoratori, tutti in possesso dei titoli e dei requisiti previsti dalle norme di accreditamento regionale.
A seguito della decisione di internalizzare, la direzione della Fondazione S.F. avviava una selezione interna al personale della cooperativa attraverso un colloquio ed una valutazione dei titoli.
Successivamente, le OO.SS. e le RSA chiedevano alla direzione della S.F. notizie rispetto alla procedura di internalizzazione.

La direzione della S.F. durante i successivi incontri comunicava l'intenzione di assumere al massimo 1 o 2 lavoratori e di sostituire il personale "espulso" dalla struttura con nuove assunzioni.
La cooperativa KCS Caregiver durante l'ultimo incontro sindacale del 6/6/17 dichiarava l'impossibilità di ricollocare il personale presso altri appalti e di conseguenza l'intenzione di aprire la procedura di esubero per tutto il personale in servizio presso l'appalto Fondazione Borsieri di Lecco.
Tutto quanto sopra premesso, le scriventi Organizzazioni Sindacali comunicano alla S.V. l'indizione dello stato di agitazione di tutti i dipendenti della Cooperativa KCS Caregiver impiegati presso l’appalto Fondazione Borsieri di Lecco e chiedono il tentativo di conciliazione.
Evidenziano altresì che in assenza di risposte, nei tempi e modalità previste dalla normativa vigente sui servizi minimi essenziali, nonché di riscontri immediati, certi ed oggettivi da parte della direzione delle Cooperativa Sociale KCS e dell'ente gestore del servizio Fondazione Sacra Famiglia , si attiveranno tutte le iniziative di mobilitazione con il più ampio coinvolgimento del personale fino alla proclamazione dello sciopero di tutti i dipendenti.


p.FP CGIL Lecco- Fisascat CISL Lecco/Monza e Brianza - FPL UIL del Lario
C. Tramparulo – R. Frigerio – I. Bonacina
fconcil | 07 giugno 2017, 13:50
< Torna indietro